LIBERIAMOCI DEI TARLI…MA COME?

Sappiamo bene che se ci sono tarli nei nostri mobili in legno, in travi o parquet non possiamo aspettare che essi si “estinguano” da soli. Essi al contrario continuano a proliferare… allora come possiamo agire per liberarcene?

Sicuramente esistono svariate metodologie, da quelle più classiche a base di aria calda, fino alle ultime all’avanguardia come la tecnologia a microonde. Cerchiamo quindi di capire insieme in cosa consistono e quale conviene scegliere.

Il metodo più tradizionale è quello che si avvale della spennellatura o della iniezione del prodotto antitarlo direttamente nei fori causati dagli insettini. Una tecnica quest’ultima che è stata ormai superata perché così facendo non è possibile raggiungere tutte le intercapedini e quindi anche le uova e le larve che albergano nelle zone più nascoste.

Un altro classico è il trattamento del tarlo ad aria calda: viene prodotta una temperatura tra gli 80 e i 100 gradi per disinfestare il legno, senza l’utilizzo di prodotti chimici o dannosi per salute e ambiente.

Anche il gas insetticida è una metodologia datata. Sicuramente più efficace delle iniezioni perché raggiunge ogni zona da trattare, non viene ormai presa molto in considerazione a causa delle emissioni tossiche che essa causa. Tra l’altro è un trattamento che prevede anche tempi abbastanza lunghi.

Infine, abbiamo la tecnologia delle microonde, che si basa sull’assorbimento di energia elettromagnetica da parte del legno, creando un calore atto a eliminare i tarli. È un metodo sicuro ed efficace al 100%, che rispetta non solo il pezzo da trattare ma anche la salute e l’ambiente.

Inoltre, è rapido e permette di maneggiare l’oggetto immediatamente dopo la disinfestazione. Tra l’altro in questo modo il legno è protetto da eventuali infestazioni successive al trattamento, rendendo il legno inadatto a ospitare questi insettini.

Noi della ditta Randolfi trattiamo il legno proprio con questa tecnologia per garantire i risultati migliori. Se avete un problema saremo pronti a risolverlo… contattateci allora, operiamo in Puglia, Basilicata, Calabria, Molise e Campania. 

Autore / Fonte: Staff Michelangelo Randolfi

RICHIESTA INFORMAZIONI

Accetto il trattamento dei dati personali in conformità del Regolamento UE 679/2016 (GDPR) in materia di Privacy.