TUTTO QUELLO CHE CE DA SAPERE SULLA DORATURA

Il restauro è un lavoro molto complesso, che prevede diversi interventi a seconda delle specifiche esigenze dei pezzi da trattare. Parliamo dello stato di conservazione, dei rimaneggiamenti subiti, del suo valore artistico, delle tecniche con cui è stato realizzato… insomma, l’occhio del restauratore deve essere attento a riconoscere subito cosa si trova davanti.

Ora vogliamo trattare un caso particolare, un manufatto coperto d’oro. Innanzitutto, bisogna capire di quale lavoro si tratti, se si tratta di oro zecchino, di foglia d’oro, se sono smalti colorati oppure se è vernice a mecca e in base a questo cambia anche la modalità con cui effettuiamo il restauro.

Sì, perché la doratura non si può improvvisare, è un intervento che necessita di grande precisione e competenza. Quando dobbiamo restaurare un mobile che ha alcune parti dorate dobbiamo subito capire quale tipo di doratura conviene eseguire per riportare il pezzo al suo splendore ed evitare ogni possibile danno.

Essa può avvenire a guazzo, facendo aderire la lamina d’oro al supporto con un materiale appiccicoso quale la chiara d’uovo, ma esiste anche la doratura a missione, perfetta per i piccoli ritocchi. Abbiamo poi quella a mecca, che utilizza la foglia di argento, dando però un effetto simile all’oro grazie a specifiche lacche e infine la tecnica dell’oro in conchiglia, cioè una polvere dorata molto sottile che viene applicata con un collante.

Prima di intervenire sulla doratura, però, è sempre bene occuparsi del restauro dell’intero mobile e della sua pulitura, per eliminare tutte le tracce di vernice secca e dal colore ormai alterato. Dopo di che si procede con la preparazione del supporto e infine con l’integrazione delle dorature, che devono essere esattamente dello stesso colore e stile di quelle preesistenti.

Giunti alla conclusione, per assicurare la lunga tenuta di questo intervento, utilizziamo un prodotto protettivo che funga da barriera contro l’avanzare del tempo. Così, seguendo questi passaggi cerchiamo di restituire quello splendore perso negli anni, riportando le dorature al loro aspetto originario.

Nel centro Randolfi tratteremo sempre i vostri mobili con cura, professionalità ma soprattutto con l’attenzione degna di grandi appassionati di restauro come noi.

Autore / Fonte: Staff Michelangelo Randolfi

RICHIESTA INFORMAZIONI

Accetto il trattamento dei dati personali in conformità del Regolamento UE 679/2016 (GDPR) in materia di Privacy.